Ti informiamo che, per migliorare la tua esperienza di navigazione su questo sito, utilizziamo diversi tipi di cookies, tra cui cookies a scopo di profilazione che ci consentono di accedere a dati personali raccolti durante la navigazione. Alla pagina Norme sui cookie o cliccando su è "Ulteriori informazioni" possibile consultare l'informativa estesa sui cookie. Cliccando su “Accetto” o continuando la navigazione saranno attivati tutti i cookies specificati in dettaglio nella informativa estesa ai sensi dell’art. 13 del Regolamento UE 2016/679.

Leggere per essere nel mondo

Più si legge, più si sviluppa l’intelligenza

Progetto lettura

Nel corso di questi anni “Leggere per essere nel mondo” è diventato un punto di riferimento per gli alunni dell'Istituto, dall'Infanzia alla Secondaria, nonché occasione di confronto per i docenti dei diversi ordini di scuola. Differenziazione delle attività, ma uniformità degli obiettivi: questa è stata la formula chiave dell'efficacia del progetto che ha saputo dare risposte a bisogni formativi diversi, a seconda delle fasce di età, in un'ottica di continuità in verticale.
Quest’anno, a differenza dei precedenti durante i quali si è individuato una tematica guida comune, si è scelto di non concordarla, ma di lasciare libertà nell’intento di favorire ancor più il piacere alla lettura come strumento di libertà, in quanto leggere aiuta a crescere, arricchisce, appassiona, alimenta la fantasia e la creatività; ha il potere di farci entrare nella narrazione e “riscriverla” a nostro piacimento, liberamente.
La lettura è una ricchezza per la persona e per la comunità. Più libri vuol dire più libertà. Più lettori vuol dire più conoscenza, più spirito critico, più autonomia di giudizio, elementi essenziali di una convivenza attiva e consapevole.

La possibilità di scegliere cosa leggere è un’occasione in più, è il vento che alimenta il fuoco dell’amore per i libri, è una opportunità che non tutti hanno.

Pertanto, per l’a.s. 2017/2018 si propone:

“Leggere per essere nel Mondo” – “Liber, libri: il futuro libero tra le righe”Liber

“Vorrei che tutti leggessero. Non per diventare letterati o poeti, ma perché nessuno sia più schiavo”, G. Rodari

“Se riesci a far innamorare i bambini di un libro, di due, di tre, cominceranno a pensare che leggere è un divertimento. Così, forse, da grandi diventeranno lettori. E leggere è uno dei piaceri e uno degli strumenti più grandi e importanti della vita”, R. Dahl

Progetto libriamoci